Addestrare gatto al guinzaglio: come fare?

Addestrare gatto al guinzaglio: come fare?

Addestrare gatto al guinzaglio

Nonostante sia considerato da molti un progetto impossibile, addestrare gatto al guinzaglio è auspicabile: basterà seguire alcuni semplici passaggi. Come ben sappiamo, i felini sono animali indipendenti e risulta quindi arduo imporre loro delle regole o dei comportamenti convenzionali se non sono loro stessi ad accettarli come plausibili. Numerosi sono infatti i padroni che desiderano ardentemente di passeggiare con il proprio amico pelosetto attraverso l’uso del guinzaglio per gatti, ma appare un’impresa tutt’altro che facile. Affinché ciò avvenga è importante seguire alcune dinamiche durante la fase di addestramento del gatto che impediscano l’emersione di eventuali traumi psicologici dell’animale.

Non perderti i nostri articoli.

Addestrare gatto al guinzaglio: come fare?

Tra le numerose razze di gatti che popolano il nostro pianeta, ve ne sono alcune più propense a queste tipologie di insegnamenti come ad esempio i Maine Coon. Quest’ultimi infatti sono gatti legatissimi al proprio padrone e se abituati fin dalla tenera età del gatto all’uso del guinzaglio, saranno degli ottimi compagni per lunghe e divertenti passeggiate.
Durante le prime settimane di vita, il nostro pelosetto sarà timoroso e stressato essendo stato catapultato in un mondo tutto da esplorare; per questo il nostro consiglio è quello di immergere Micio fin da subito nel suo nuovo territorio.

Prima di provare a passeggiare con lui, occorrerà scegliere l’imbracatura più adatta: deve essere di qualità, comoda e che non metta a rischio il benessere fisico del nostro amico. La pettorina risulta senza ombra di dubbio la scelta migliore in quanto riesce a contenere la forza del gatto evitando che lo stesso si causi danni permanenti al corpo. Assolutamente da evitare invece l’acquisto di un collare per gatti che potrebbe generare lesioni alla laringe o alla trachea se Micio tende a tirare.

Dopo aver preso le misure, ovvero la circonferenza del petto del nostro amico e aver regolato le cinghie, bisognerà far indossare la pettorina anche all’interno dell’abitazione in modo tale da abituare il gatto a familiarizzare con un nuovo oggetto. Per cercare di indurre il nostro pelosetto ad avvicinarsi potrete utilizzare degli snack. Se Micio si avvicinerà volentieri e senza costrizioni, dimostrando la sua tranquillità, potrete continuare l’addestramento sempre aiutandovi con i “Premi”; se, al contrario, noterete il suo disorientamento, non strattonatelo ma anzi coccolatelo tra le vostre braccia e cercate di calmarlo.

Un appunto da tenere sempre a mente: addestrare gatto al guinzaglio ha lo scopo di permettere a Micio di inoltrarsi in nuovi ambienti e territori in massima sicurezza evitando di causare danni al loro stato psicologico. Quindi, a differenza di quanto accade con Fido, non bisogna assolutamente imporre ai gatti questo tipo di addestramento. Valutate il loro piacere dagli atteggiamenti, dalle reazioni e muovetevi di conseguenza.