Socializzazione del cucciolo: cosa c’è da sapere

Socializzazione del cucciolo: cosa c'è da sapere

Socializzazione del cucciolo

Come per i cuccioli umani, anche per quelli animali la socializzazione del cucciolo è molto importante. Un cucciolo deve imparare a rapportarsi ai suoi simili, per diverse ragioni: per non crescere diffidente o aggressivo oppure nel caso in cui in casa vi siano altri animali. Solitamente un cucciolo di cane, qualsiasi sia la razza del cane o la taglia, è molto giocherellone, ed è del tutto normale, come prima cosa dobbiamo instradare e sviluppare proprio questa naturale indole del piccolo alla socializzazione.

Non perderti i nostri articoli.

Socializzazione del cucciolo: comincia da subito

Già nelle prime due settimane di vita, il cucciolo assorbe tutte le informazioni che lo circondano e le elabora portando con se questo retaggio anche da adulto. Cerchiamo di controllare l’esuberanza del cane, evitando posti eccessivamente affollati o rumorosi per non spaventarlo. Meglio portarlo in un piccolo parco tranquillo invitandolo a “conoscere” e giocare con altri cani e persone. Se è molto agitato, soprattutto se è un cane di taglia grande, potrebbe essere meglio tenerlo al guinzaglio per cani, eviterete così che possa magari involontariamente provocare danno ai bambini e che si infili in qualche guaio.

Quando il cucciolo inizierà a sentirsi a suo agio fra cani ed umani lo si potrà portare in spazi più ampi. La socializzazione deve essere graduale, il cane deve imparare a relazionarsi con l’ambiente che lo circonda e lo circonderà per tutta la vita, dobbiamo quindi insegnargli ad interagire con esso in maniera corretta. Portate spesso il cucciolo a passeggio e complimentatevi con lui quando fa le feste o si mostra educato con animali e persone.

Socializzazione del cucciolo: il ruolo della madre

È molto importante che i cuccioli stiano per il tempo necessario con la madre ed i fratellini che sono la prima fonte di socializzazione. Separazioni troppo precoci possono causare danni a volte irreparabili all’equilibrio futuro dell’animale. Attraverso la famiglia naturale del cane il processo di socializzazione sarà più naturale e veloce.

È bene chiarire che non tutti hanno per natura un carattere socievole, la razza influisce ed inoltre come avviene per le persone anche i cani hanno un loro modo di essere che va assolutamente rispettato. Se il vostro cucciolo è un po’ timido di carattere è bene non forzarlo per non creare inutili stati d’ansia e tensione.

Errori da evitare per la corretta socializzazione del cucciolo

Se durante il periodo di socializzazione non ci si comporta nel modo corretto, sarà poi molto più difficile rimediare e le conseguenze potrebbero essere: ansia, stress, paura, apatia, aggressività o eccitazione eccessiva.

Ecco alcuni errori che bisogna evitare di commettere:

  • Forzare il cucciolo a socializzare
  • Non cogliere i segnali di disagio del cane
  • Spingerlo ad atteggiamenti aggressivi
  • Strattonare il guinzaglio
  • Urlare contro il cane
  • Controllare ossessivamente il cane in modo troppo apprensivo o al contrario abbandonarlo a se stesso non prestandogli attenzione
  • Forzare il cucciolo a sopportare qualcosa di cui ha paura o che lo infastidisce molto, ad esempio i rumori forti come quelli dei fuochi d’artificio.