Gatti e divani: come evitare la loro distruzione?

Gatti e divani: come evitare la loro distruzione?

Gatti e divani

Qual è il posto più comodo della casa in cui i nostri amici con i baffi possono schiacciare pisolini, spaparanzarsi o mettersi pancia all’aria per farsi fare i grattini? Beh, facilissimo: il divano. Il rapporto tra gatti e divani non è sempre semplice; il loro amore sproporzionato per il divano, non sempre rende felici i loro padroncini che dovranno fare i conti con le gioie e i dolori che i Micioni si portano dietro. Uno dei principali problemi che possono causare è difatti proprio divertirsi a graffiare tutto quello che li circonda, tra cui poltrone, mobili, tende ed infine i confortevoli divani. Prima di esplorare quali possono essere i metodi per evitare che il gatto rovini casa, è importante ricordare che i loro gesti sono sempre un messaggio nascosto: tendenzialmente attraverso i graffi ed i guai che combinano, i pelosetti vogliono comunicarci le loro esigenze, che con il tempo impareremo a conoscere. Graffiare qua e là gli permette di farsi le unghie al gatto ad una lunghezza da lui percepita come accettabile, di restare in forma attraverso l’esercizio fisico e di marcare il suo territorio.

Non perderti i nostri articoli.

Gatti e divani: come evitare che vengano distrutti

Cerchiamo ora di capire come intervenire affinché Micio non distrugga tutta la nostra abitazione attraverso 5 modalità:

  1. In primis, munitevi di un tiragraffi gatto. Ce ne sono una moltitudine e si differenziano l’uno dall’altro per prezzi, misure e giochi, ma hanno in comune la presenza di una superficie in sisal. Il nostro consiglio è di collare il tiragraffi in una zona della casa in cui trascorrete molto tempo, come ad esempio il salotto, in modo tale che Micio non si senta mai solo. Infatti, i gatti, come i cani, adorano passare momenti di spensieratezza in compagnia del proprio padrone;
  2. Acquistate negli appositi negozi degli spray ad hoc per rendere meno allettanti e attraenti le superfici che generalmente Micio si diverte a grattare. Queste soluzioni risultano inodori per noi esseri umani, ma disgustose per il naso dei nostri amici felici, obbligandoli a cercare un altro luogo in cui farsi le unghie;
  3. I rimproveri sono utilissimi quando assistete ad un episodio del genere. Dopo un secco “no”, portate il gatto davanti al tiragraffi in modo tale da permettergli di collegare le due cose. Nel caso in cui Micio utilizzi spontaneamente il tiragraffi premiatelo con un biscottino o tante coccole;
  4. Quando non siete in casa oppure nelle ore notturne munitevi di copridivano o chiudete le stanze in cui non volete che i vostri pelosetti entrino e combinino guai;
  5. Un ultimo rimedio potrebbe essere l’acquisto di coperture morbide da applicare alle unghie del nostro Micio al fine di scongiurare la distruzione di tutte le superfici interessate. Esse andranno poi cambiate ogni 2 o 3 mesi.

Speriamo che queste accortezze vi aiutino a salvaguardare almeno in parte la vostra abitazione: mettete però in conto che si tratta di un comportamento naturale ed istintivo ma con un po’ di pazienza sarà possibile abituare il pelosetto a comportarsi diversamente.