Cane scodinzola: varie posizioni della coda

Cane scodinzola: varie posizioni della coda

Cane scodinzola

Da sempre sappiamo che il cane scodinzola perché è contento e quindi quando compie questa azione non pensiamo ad altro e diamo per scontato che sia per questo. Invece, quello che non tutti sappiamo è che alla base dello scodinzolio per la felicità c’è un motivo fisiologico. Infatti, anche se dobbiamo ritenere valida l’affermazione che la coda del cane è uno strumento di comunicazione, è pur vero che l’animale può muovere la coda in base agli stati d’animo che possono essere diversi, dalla paura alla gioia, dall’affetto all’ansia ma può anche comunicare aggressività e spossatezza. Quindi, è corretto affermare che quando il cane scodinzola non sempre lo fa perché è contento, ma può esprimere altri sentimenti che dobbiamo interpretare in base a come posiziona la coda.

Non perderti i nostri articoli.

Cane scodinzola: varie posizioni della coda

Le varie posizioni della coda ci aiutano a interpretare ciò che il cane vuole comunicare. Se il cane scodinzola con la coda in posizione orizzontale rispetto al tronco e ha la testa si presenta rigida, vuol dire che è nervoso ed è quindi in tensione. Se invece muove la coda ad altezza media in modo molto veloce e tiene la testa alta indica che è eccitato ed euforico. Invece, se il cane tiene la coda tra le gambe ed emette dei guaiti, vuol comunicarci che ha paura, che non si sente al sicuro e che ha bisogno di protezione. Se scodinzola tenendo la coda molto alta indica la sua presenza nel territorio e manifesta il desiderio di comandare. Se invece tiene la coda alta e la muove freneticamente allora dice con chiarezza che sta per attaccare e che può anche finire male.

Cane scodinzola: stati d’animo diversi

Come si è ben capito, la coda nel cane è molto importante ed è uno strumento ideale per comunicarci i suoi messaggi, da interpretare però nella maniera giusta. Per questo è fondamentale non tagliare la coda al cane, si priverebbe l’animale di qualcosa che è molto utile per lui e per l’uomo. Inoltre, uno studio condotto dalle Università di Bari e di Trento ha consentito di aggiungere nuove informazioni su questo comportamento del cane. Lo studio ha permesso di riscontrare anche nel cervello dei cani la presenza di una divisione emisfero destro ed emisfero sinistro, simile a quella presente nell’uomo: il movimento della coda che il cane scodinzola è dovuto proprio a questi due emisferi e la direzione a destra o a sinistra rivela gli stati d’animo dell’animale, allo stesso modo di come accade negli esseri umani.