Il cane abbaia in continuazione: motivi e soluzioni

Il cane abbaia in continuazione

Il cane abbaia in continuazione: come comprendere il suo linguaggio

Perché il cane abbaia in continuazione? Un importante mezzo di comunicazione dei cani è l’abbaiare. Per loro è un comportamento normale, anche se per qualcuno potrà essere difficile da credere. I cani possono abbaiare perché hanno voglia di richiamare l’attenzione o perché stanno semplicemente rispondendo all’abbaiare di altri cani. Non solo, abbaiano anche quando stanno comunicando qualcosa ai loro proprietari.
Inoltre, ci sono rumori che a noi sembrano innocui, ma che per un cane possono essere uno stimolo e creare in loro il desiderio di una risposta. Non importa quanto possa essere impercettibile, risveglia in loro l’istinto ad abbaiare: può venire da un fruscio di foglie che si muovono al vento, da una finestra che sbatte o il suono del campanello di casa.

Il cane abbaia in continuazione: capire le motivazioni

D’altra parte se un cane abbaia in continuazione, dobbiamo ammettere che tale comportamento può diventare un grosso problema. In questo caso è indispensabile capire le motivazioni e scoprire se c’è un qualche problema di fondo da risolvere. Perché un cane che abbaia in continuazione è un fastidio non solo per il proprietario, ma anche per tutti quelli che abitano nelle vicinanze.
Ora per poter gestire con successo il problema dell’abbaiare del cane è necessario determinare le cause che motivano il suo comportamento. Informarsi dai vicini, può servire per avere ulteriori dettagli: loro potrebbero essere in grado di dirvi quante volte il vostro cane abbaia, quando voi non siete in casa.
Quando avrete identificato l’origine del suo abbaiare o quantomeno quali sono i fattori scatenanti potrete usare tecniche di addestramento utili a contenere ed educare il vostro amico a quattro zampe. Poiché alla base del problema dell’abbaiare ci sono ragioni diverse, allo stesso modo, gli approcci al trattamento di ciascuno di questi motivi devono essere diversi. Sarà necessario prendersi del tempo per individuare le abitudini di abbaio del cane.

Non perderti i nostri articoli.

 

Il cane abbaia in continuazione: e se fosse ansia da abbandono?

Dietro un cane che abbaia in continuazione potrebbe esserci un motivo più serio: l’ansia da abbandono. Il cane, come il lupo grigio suo progenitore, non ama vivere da solo, sono animali sociali, ed è normale che in loro possa svilupparsi una condizione come l’ansia, quando vengono lasciati soli per troppo tempo. Per questo motivo, fin da quando il cane è in giovane età, dobbiamo insegnarli ad affrontare il fatto che potrebbe essere lasciato solo. Da principio dovremo provare a farlo solo per un breve lasso di tempo. Ad esempio, potremo lasciarlo all’esterno nel giardino per poco tempo, pur rimanendo comunque in casa. Possiamo in tal modo controllarlo inosservati, assicurandoci che abbia giocattoli o altre oggetti sicuri da masticare mentre è fuori da solo.
La maggior parte dei cani si abitua a vivere dei periodi di tempo in solitudine ed autonomia, ma alcuni di essi potrebbero stressarsi eccessivamente, cominciare ad abbaiare continuamente e persino compiere atti distruttivi. Se il cane soffre di ansia da separazione, potrebbe essere una buona idea consultare un veterinario esperto in comportamento, lui potrà darvi le giuste indicazioni.

Il cane abbaia in continuazione: soluzioni ai vari problemi

Se il cane abbaia in continuazione, prima di tutto, come abbiamo detto, è bene parlare con il veterinario e fare un controllo completo circa il suo stato di salute, questo servirà per essere sicuri che non ci siano ragioni mediche che lo inducono ad abbaiare in modo eccessivo. Alcune delle motivazioni più comuni del suo comportamento includono la noia. I cani che sono lasciati soli tutto il giorno e che non hanno nulla da fare, spesso ricorrono all’abbaiare come una sorta di distrazione. I cani hanno bisogno di correre ed interagire con l’ambiente esterno, di sfogarsi e mantenersi impegnati. Provate a fargli fare una bella passeggiata al mattino, sarà più facile che si riposi fino al vostro ritorno a casa.
Oppure lasciategli alcuni giochi con cui intrattenersi durante la vostra assenza.
I giochi per il cane sono una distrazione dalla solitudine, assicuriamoci che in casa, o nel giardino, se si possiede, ci siano sufficienti giochi per distrarlo e tenerlo occupato quando non siamo con lui. Mettere una parte della sua razione giornaliera di snack, in un giocattolo Kong o altro giocattolo a scomparti apribili, lo terrà impegnato nel recuperare il suo premio e svilupperà le sue capacità mentali. A nessuno piace giocare sempre con lo stesso gioco, neanche al vostro amico a quattro zampe, il quale potrebbe facilmente perdere interesse. Conservate suoi giocattoli in una scatola e alternateli.
Inoltre perché non stimolarlo con una caccia al tesoro? Provate a nascondere in giro per casa o in giardino i giocattoli con alcune delle sue delizie preferite, incoraggiatelo a cercarli. Se avete un giardino destinate una piccola area al cane; fate un piccolo pozzo di sabbia, lo terrà lontano dalle aiuole e lui si divertirà a scavare.

Il cane abbaia in continuazione: un amico potrebbe farlo smettere

Una buona soluzione per l’ansia da abbandono è prendere in considerazione l’adozione di un secondo cane per compensare la nostra assenza. Dividere il tempo con un amico con cui giocare, gli farà sentire meno la nostra mancanza e probabilmente lo farà smettere di abbaiare. Tuttavia se lo spazio in casa non ci permette un secondo cane, possiamo prendere in considerazione l’idea di un “dog walker”.
Il dog-walker o dog-sitter è una persona qualificata, che si occupa di portare il vostro amico a quattro zampe a fare una passeggiata, nel mezzo della giornata, quando non abbiamo tempo a sufficienza da dedicargli. Richiede un tempo minimo di inserimento, il cane deve abituarsi a questa figura, che di certo non ci sostituisce appieno. Sappiate che ci sono anche città dotate di servizi per l’assistenza diurna per cani.
Quando uscite di casa, assicuratevi che il cane abbia un luogo dove si senta al sicuro, la sua cuccia è il suo rifugio. Assicuratevi che abbia dei buoni giocattoli da masticare mentre siete assenti o se la prenderà con mobili e scarpe.
E soprattutto non enfatizzate il momento del saluto, sia la vostra partenza che il vostro ritorno a casa devono essere tranquilli e vissuti come qualcosa di normale, altrimenti lo caricherete di ansia e lo renderete sovreccitato.

Vuoi saperne di più sulla cura dei cani? Entra in Dogalize e scopri di più.